Come comportarsi con l'affitto

Questa pandemia ha creato molti problemi alla nostra economia, le attività sono chiuse, noi siamo costretti a restare a casa... Ma le scadenze continuano ad esserci. Tra queste, troviamo anche il pagamento del canone di affitto, per cui lo Stato, ad oggi, non ha previsto alcuna sospensione.

Quindi, come ci si può comportare?

Certo, gli inquilini hanno difficoltà a pagarli, ma dall'altra parte i proprietari ci fanno affidamento per andare avanti.

Le domande che mi sono state poste sono state:

1) È prevista, per legge, una riduzione del canone di affitto?

No, non è previsto alcun decreto che obbliga i proprietari a ridurre il canone.

2) Cosa posso fare se non riesco a pagarlo?

La soluzione migliore è contattare il proprietario e cercare insieme una soluzione, magari con una riduzione temporanea dell'importo del canone, che deve essere registrata, per via telematica, all'Agenzia delle Entrate, per evitare che il proprietario abbia in seguito problemi con le tasse. Se non si arriva a un accordo, si può dare disdetta del contratto per gravi motivi, ovvero perdita di reddito e impossibilità di pagare. I termini del contratto devono comunque essere rispettati, per cui si deve dare un preavviso di sei mesi, utilizzando in parte la somma data come cauzione.

3) E per gli immobili commerciali?

Anche in questo caso si deve far fede al contratto. Ma per gli immobili accatastati come C/1, il Decreto "Cura Italia" ha previsto un credito di imposta del 60%, che deve essere pagato per intero.

roma.jpg

DomusBell di Ilenia Bellino       REA  Rm 1579696     P.Iva 15270881004

  • Facebook
  • Twitter
  • Instagram
  • YouTube